Tag: foto

Leave a reply

Quest’anno nessun calendario dell’abbandono?

Da qualche settimana alcune persone mi hanno chiesto se quest’anno avrei fatto il calendario dell’abbandono. Per chi non lo sapesse l’anno scorso avevo fatto un esperimento, avevo ovvero realizzato un calendario, messo in vendita per pochi euro, con alcune delle mie migliori fotografie nei posti abbandonati. Il calendario era carino, riuscendo anche a venderne circa una decina. Ovviamente non l’avevo fatto per guadagnarci, ma solo per tastare le acque e vedere se c’era qualche interesse verso progetti di questo tipo. Quest’anno ho deciso di non farlo, vi spigo le mie ragioni.

Il mese di novembre del calendario 2017.

L’anno scorso il problema maggiore era la stampa del calendario, per stamparlo mi sono affidato ad un negozio di stampa a Torino, dove però non mi sono trovato per nulla bene… non solo non era per nulla economico, ma il proprietario aveva una memoria così corta che nel giro d’una settimana si era persino dimenticato chi ero (mai vista persona tanto smemorata). Per telefono mi ero accordato “stampami 10 calendari, domani mattina passo a prenderli“. Inutile dire che non solo il giorno dopo quasi non si ricordava di me, ma i calendari non erano stati stampati… persi un’ intera mattinata per 10 miseri calendari. Ovviamente non è per questo che quest’anno non farò calendari, ci sono sicuramente altri posti dove poterli stampare. Il problema è che in queste settimane sono andato a chiedere in giro e non ho trovato posti che veramente mi ispirassero fiducia. Ecco che quindi quest’anno non ci sarà il Calendario dell’Abbandono. O forse no? Sto quasi pensando di realizzarlo, e renderlo disponibile gratuitamente in formato digitale… voi cosa ne dite?

Share

Fotografando una diga

In quest’ultima settimana non ho potuto fare nuove foto, ma per non lasciare questo blog con le ragnatele ho deciso di pubblicare alcune delle tante foto che tengo in “archivio” e che non ho (ancora) usato per scrivere articoli! 😉

Le foto di questo post provengono da una bella e vecchia diga… si trova a Mazzè, sulla Dora Baltea, è una struttura abbastanza impressionante e completamente operativa.

Questa diga venne costruita negli anni 1921-1922, ma anche parzialmente ricostruita nel 1948, dopo una grande e severa piena avvenuta nel 1924. La diga ha due finalità, la produzione di energia elettrica (tramite un salto di circa 7 metri) ed a pompare l’acqua per l’irrigazione.

Nell’ultimo video che ho caricato passo propruio nelle vicinanze di questa struttura.

Share

Un sito archeologico romano vicino a Mazzè (TO)

Certe volte le sorprese ti aspettano dietro a luoghi che pensavi di conoscere bene… sto parlando d’un luogo che ho “scoperto” lo scorso sabato, per puro caso, durante una pessima giornata (nevicava e faceva un freddo cane! 🙂 ) che però si è rivelata interessante.

Mi trovavo a Mazzè, quando passando in macchina notai un indicazione “sito archeologico”, a quel punto mi sono detto: “sono passato in questa maledetta strada centinaia di volte e non ho mai visto quel cartello… andiamo a darci un occhiata!”

 E “l’occhiata” c’è stata! Si tratta d’un enorme gruppo di siti archeologici, io purtroppo non avevo molto tempo ed inoltre stava iniziando a nevicare, quindi mi sono limitato a fotografare due dei fantastici siti archeologici: un accampamento barbaro risalente al VII e VIII secolo e nelle immediate vicinanze quello che rimane d’una vecchia strada lastricata romana, risalente addirittura al IV secolo d.C.

Per la prima volta ho anche fatto uno strano e divertente video, dove con qualche indicazione, informazione vi conduco direttamente all’accampamento barbarico (oltre ad una piccola parentesi horror in un tratto del video! 😀 )

Ci tengo a precisare che in questo luogo è abbastanza facile perdersi, quindi invito chi voglia di raggiungere di persona questo sito archeologico di predere le dovute precauzioni (una guida è l’ideale). Molto probabilmente farò altre foto del luogo verso Maggio.

Share

Una strada abbandonata

Vi siete mai chiesti che aspetto avrebbe una strada qualsiasi dopo più di 50 anni di puro abbandono? Se la risposta è affermativa, ecco alcune foto d’una strada abbandonata da quasi mezzo secolo, si trova tra la natura incontaminata della collina della Vauda (Piemonte) ed è una vecchia strada che venne chiusa per la sua particolare pericolosità (è praticamente a pochi centimetri da uno strapiombo impressionante).

Questo luogo mi ricorda il programma trasmesso su Focus “La Terra Dopo L’uomo”, la natura che lentamente si riprende quello che è sempre stato suo.

La strada lentamente è invasa dall’erba e l’asfalto scompare, in alcuni punti addirittura è franato rendendo il luogo decisamente suggestivo.

Share

Due nuovi articoli: Duomo di Chieri e The Human Body Exhibition

Negli ultimi giorni ho pubblicato due nuovi articoli sul sito. Il primo è un articolo sul bellissimo ed affascinante Duomo di Chieri, è il primo di una lunga lista di articoli sulla suddetta cittadina, non molto distante da Torino, ovviamente insieme all’articolo ho anche pubblicato molte fotografie, visibili anche nell’archivio fotografico.

 Infine ho scritto un articolo sulla mostra torinese “The Human Body Exhibition“, una discussa mostra, molto istruttiva ed interessante, dove è possibile vedere il funzionamento del nostro corpo attraverso esemplari di esseri umani veri. Un esperienza diretta, che consente di comprendere quanto sia veramente importante il nostro corpo ed al contempo rimanere fulminati da fascino della sua complessità.

Per il momento è tutto con gli aggiornamenti, ricordo che per vedere la lista completa degli articoli pubblicati fino ad oggi è sufficiente visitare questa pagina.

Share

[Foto] Cielo spettacolare

Ieri mi trovavo a San benigno Canavese (cosa non strana, dato che è il luogo dove vivo 🙂 ) e verso le 19 c’era un cielo assolutamente spettacolare, che ho deciso d’immortalare con due semplici scatti dal balcone di casa mia:

Ora originale dello scatto: 2012:09:01 18:52:50 – Velocità otturatore: 1/250 sec – Apertura: f/8 – ISO: 400 – Compensazione esposizione: -1 EV – Lunghezza focale: 50 mm

Ora originale dello scatto: 2012:09:01 18:53:24 – Velocità otturatore: 1/250 sec – Apertura: f/8 – ISO: 400 – Compensazione esposizione: -1 EV – Lunghezza focale: 50 mm

Share

Videos, Slideshows and Podcasts by Cincopa Wordpress Plugin