Volpiano

Volpiano è un importante cittadina dell’alto Canavese, posta vicino al parco naturale della Vauda ed a soli 2 chilometri da San Benigno Canavese a pochi chilometri da Leinì e confinante anche con il comune di Lombardore.

Il campanile di una delle chiese di Volpiano

Dati generali:

Abitanti: 15.097
Altitudine: 219 metri dal livello del mare
Superficie: 32,42 Chilometri quadrati

Storia:

Le prime notizie storiche arrivano da quando questo territorio era occupato dalla popolazione dei Salassi, più o meno fino all’anno 140 a.C. quando l’Impero Romano riesce a configgerli e far entrare all’interno dell’impero anche questa parte di territorio. Nel corso del successivo millennio Volpiano è teatro di molte guerre ed invasioni, come i Longobardi, che crearono il loro primo insediamento fortificato nel punto più alto della Vauda. Con il susseguirsi degli eventi, i Longobardi vengono poi sconfitti, successivamente cade l’Impero Romano ed il territorio viene completamente riorganizzato, finendo nelle mani della Marca d’Ivrea.

E’ nel X secolo che Volpiano inizia veramente a prendere forma, diventando un feudo indipendente e quindi avendo la possibilità di crescere ed espandersi con maggiore libertà. Nel 1003 Guglielmo da Volpiano (un personaggio storico molto influente e conosciuto anche nei giorni attuali) costruisce oltre la riva del fiume Malone una abazia, quella che oggi è conosciuta come Fruttuaria, niente di meno che la chiesa di San Benigno Canavese, oggi di essa rimane solo il campanile e le fondamenta.

Le mura medioevali di Volpiano.

Avvengono poi altri cambiamenti politici nel territorio, la Badia dopo i primi anni del 1000 fonda uno stato che prende al suo interno numerosi feudi, tra cui quello di Volpiano… questo stato dura fino al secolo XVII. Come in tutti i feudi, anche Volpiano nel corso dei secoli ha visto tanti passaggi di mani e cambiamenti, non facendo eccezione nel 1339 perde la sua indipendenza divenendo un territorio sotto il dominio del conte di Monferrato (come molti altri paesi nei dintorni), nel 1435 invece passa in mano ad Amedeo III di Savoia dopo essere stato passato di mano.

Oggi tra le costruzioni di Volpiano possiamo osservare diverse chiese ma… nessun castello; se si potesse tornare indietro nel tempo, esattamente nel 1554 sicuramente si potrebbe vedere un castello, ma nell’anno successivo, dopo un lunghissimo assedio esso verrà completamente distrutto dai francesi ed oggi non rimane nient’altro che la forma delle fortificazioni costruite dagli imperiali per resistere all’attacco, conformazioni che hanno determinato l’attuale forma della città.

Nel ‘600 Volpiano passa nelle mani dei Savoia. I seguenti anni sono seguiti da molti cambiamenti ed aumenti demografici degli abitanti del borgo… solo nel 1734 si contavano la bellezza di 2.536 abitanti (in quel periodo era una cifra discreta), fino ad arrivare a 6.028 nel 1901.

Per maggiori informazioni storiche consiglio di visitare il sito ufficiale del comune.

Altre foto:

Tutte le foto sono nella Photogallery

Share

Videos, Slideshows and Podcasts by Cincopa Wordpress Plugin